Screenshot-2020-01-09-at-11.46.16-AM-740x452

PILOTI PRO Attenzione!

€ 96,00 per ogni drone o un versamento unico per tutti i droni?

Qualcuno in Italia un noto personaggio di un importante sito web di riferimento per molti, ha dichiarato che per ogni drone posseduto da un utente Pro dovrà versare una quota di € 96,00. Ebbene sono felice di comunicarvi che questa notizia è completamente errata.

E” vero che la quota richiesta è da versare per diventare per ottenere l’account di tipologia professionale oltre alle € 24,00 di abbonamento per poter autogestirsi in piena autonomia ma una sola volta vale per tutti i droni regolarmente posseduti e registrati sul portale D-flight.

An officer from Devon & Cornwall Police flies a DJI Inspire 1s drone, as they launch the first fully operational drone unit used by police at Westpoint Arena in Clyst St Mary, near Exeter, in co-operation with Dorset Police.

Emergenza Covid-19 e droni. Monitoraggio aereo

Difficoltoso il monitoraggio per il pattugliamento aereo con droni “inoffensivi” ossia dal peso inferiore ai 250 grammi.

I comandi di polizia locale posso eseguire monitoraggio aereo per individuare movimenti dei cittadini nel corso dell’emergenza.

Enac, nella comunicazione del 23 marzo 2020, ha deliberato l’utilizzo dei droni per garantire il contenimento dell’epidemia. L’Enac ha previsto che le operazioni di monitoraggio effettuate dai comandi di polizia locale con “sistemi aeromobili a pilotaggio remoto con mezzi aerei di massa operativa al decollo inferiore a 25 kg” possono essere svolte senza più registrarsi sul portale D-flight e senza alcun obbligo di identificazione, imposto dal Regolamento a partire dal prossimo luglio, con un sistema di identificazione elettronica per i droni di massa uguale o maggiore a 250 grammi.

Logo ombra dentro vuoto

ENAC emergenza droni

Secondo E.N.A.C. lo stato di emergenza nazionale dichiarato il 31 gennaio non impedisce l’utilizzo dei droni. Il motivo è che non è stata disposta alcuna restrizione dello spazio aereo per lo svolgimento dell’attività in supporto all’attuale stato di emergenza Covid-19. Rimane inteso che chi decide di far volare i propri droni deve attenersi al regolamento SAPR, la circolare ATM-09, e relativi spazi aerei come riportati nelle AIP e sito d-flight, i divieti di pubblica sicurezza, le disposizioni DPCM e i decreti.